Immobiliare: ultimi segnali incoraggianti per l’Italia dall’Istat

23 Gennaio 2017, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Dopo il calo registrato nel I trimestre del 2016, è in parziale recupero l’edilizia residenziale in Italia registrando una crescita del 4% nel II trimestre per i nuovi fabbricati. Un dato che rappresenta la prima variazione positiva dopo 5 anni di flessioni continue.

A renderlo noto l’Istat secondo cui il numero di abitazioni dei nuovi fabbricati torna a superare la soglia delle 10 mila unità nel primo trimestre raggiungendo quasi 11,5 mila nel secondo. Per quanto riguarda i dati sui permessi di costruire, in termini di superficie utile, la flessione tendenziale registrata nel primo trimestre (-1,3%) è stata sostituita nel II da una crescita al 9,1%.

Per quanto invece concerne l’edilizia non residenziale, si registra un calo tendenziale meno marcato visto che dal -9,2% del I trimestre si passa al -7,5% del II.