Istat: luglio in ripresa per l’occupazione, ma il COVID ha bruciato 500 mila posti

1 Settembre 2020, di Mariangela Tessa

Dopo sette mesi di crollo, a luglio l’occupazione è tornata a salire, segnando una crescita, sul mese, di 85mila posizioni.

Si tratta quasi esclusivamente di occupati permanenti (con contratti a tempo indeterminato).

Il tasso di occupazione è risalità al 57,8%, + 0,2 punti percentuali. Da febbraio 2020, inizio pandemia, il livello dell’occupazione è sceso di quasi 500mila unità mentre le persone in cerca di lavoro sono cresciute di circa 50mila, a fronte di un aumento degli inattivi di quasi 400mila persone.