Istat: italiani meno fumatori ma più grassi e pigri

28 Luglio 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Italiani meno pigri e meno fumatori. A rivelarlo l’indagine multiscopo ‘Aspetti della vita quotidiana’, diffuso a Roma e relativo al 2015 dell’Istat.

Il quadro che emerge è di un popolo meno sedentario rispetto ad un tempo, visto che dal 2001 a 2015 la quota di quanti praticano attività sportiva in modo continuativo passa dal 19,1% al 23,8%. Le donne son più pigre degli uomini. Gli italiani sono più cicciottelli, visto che più di un adulto su tre è in sovrappeso e circa uno su dieci è obeso. Cresce però il numero di chi consuma alcol in misura occasionale.

“Si osserva nel corso degli ultimi anni una trasformazione del modello tradizionale di consumo di bevande alcoliche, basato sulla consuetudine di bere quotidianamente vino durante i pasti, verso i modelli di consumo tipici dei paesi del Nord Europa, caratterizzati da consumi elevati di bevande alcoliche spesso consumate anche al di fuori dei pasti”.