Istat: fatturato -1,1% a novembre, ordini +1,6% su base mensile

25 Gennaio 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Secondo i dati diffusi dall’Istat, nel mese di novembre 2015 il fatturato dell’industria, al netto della stagionalità, ha registrato una diminuzione dell’1,1% rispetto ad ottobre, con identiche variazioni sul mercato interno e su quello estero. Per gli ordinativi totali, si registra un incremento congiunturale dell’1,6%, sintesi di un aumento del 4,4% degli ordinativi interni e un calo del 2,5% di quelli esteri.

Corretto per gli effetti di calendario, il fatturato totale dell’industria è cresciuto nel mese di novembre 2015 in termini tendenziali dello 0,8% con incrementi dello 0,5% sul mercato interno e dell’1,1% su quello estero. Gli ordini totali registrano un incremento congiunturale dell’1,6%, sintesi di un aumento del 4,4% degli ordini interni e un calo del 2,5% di quelli esteri.

Inoltre nei primi 11 mesi del 2015 si registra un aumento sia del fatturato che degli ordinativi rispettivamente dell’1,1% e del 5,5%. Gli indici destagionalizzati del fatturato segnano incrementi congiunturali per l’energia (+0,6%), per i beni di consumo (+0,3%), mentre registrano una flessione i beni strumentali che segnano un -3,7% e i beni intermedi (-0,5%). Cresce in termini tendenziali l’indice grezzo del fatturato che registra un +4%, mentre il contributo più ampio arriva dalla componente interne dei beni strumentali.

Cresce nel fatturato la fabbricazione di mezzi di trasporto che registra un +8%, mentre sono in calo quelle di coke e di prodotti petroliferi raffinati che scende del 16,1%. L’indice grezzo degli ordinativi segna rispetto a novembre 2014 un aumento pari al 12,1%, con un incremento importante per la fabbricazione di prodotti di elettronica (+157,1%).