Istat: crollo verticale per la produzione industriale, – 42% ad aprile

11 Giugno 2020, di Mariangela Tessa

Crolla la produzione industriale nel mese di aprile. Su base mensile, la flessione è stata del 19,1% dopo il -28,4% di marzo. Lo rileva l’Istat, aggiungendo che la caduta su base annua arriva al 42,5% (dato corretto per gli effetti di calendario). A marzo la discesa tendenziale era stata del 29,4%.

Nel confronto con lo scorso anno nessun comprato industriale riesce a registrare un segno più. Mese su mese solo la farmaceutica risulta in rialzo, con un +2,0% (pur se a livello tendenziale la flessione è del 6,7%).

Tiene l’alimentare, che resta sostanzialmente fermo in termini congiunturali, -0,1% (anche qui su base annua il calo c’è ed è dell’8,1%)

“Le industrie tessili, dell’abbigliamento, pelli e accessori e quelle della fabbricazione di mezzi di trasporto sono le più colpite, con riduzioni della produzione senza precedenti e rispettivamente pari all’80,5% e al 74,0%”.

Fermo totatale per gli autoveicoli con un secco -100%.