Italia: crescita anemica del fatturato dei servizi

24 Novembre 2015, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Rallenta la crescita dell’indice generale del fatturato dei servizi, che registra nel terzo trimestre un timido + 0,1% rispetto al II trimestre del 2015. A renderlo noto l’Istat, che sottolinea i “segni di rallentamento della crescita rispetto a quanto registrato nei precedenti quattro trimestri”. Se si guarda lo stesso periodo dell’anno scorso, l’indice del fatturato servizi è comunque in aumento del 2,1%.

Positiva la variazione congiunturale per il trasporto aereo che segna un + 0,8%, mentre negativa quella registrata nei servizi di informazione e comunicazione (-1,2%), commercio all’ingrosso (-0,3%), trasporto marittimo e per vie d’acqua (-0,3%), manutenzione e riparazione di autoveicoli (-0,2%) e infine nei servizi postali e attività di corriere (-0,2%).

In aumento invece rispetto ad un anno fa, riferisce sempre l’Istat, l’indice del fatturato per i servizi di alloggio e ristorazione (+4,3%), per il commercio all’ingrosso, commercio e riparazione di autoveicoli e motocicli (+ 2,8%), per le attività di noleggio, agenzie di viaggio e servizi di supporto alle imprese (+1,8%), per i servizi di trasporto e magazzinaggio (+ 1,5%). In calo i servizi d’informazione e comunicazione (-0,7%) e quelli per le attività professionali, scientifiche e tecniche (-0,2%).