Istat: consumi nazionali in calo, una debacle secondo il Codacons

1 Giugno 2021, di Alessandra Caparello

Rispetto al trimestre precedente, i consumi finali nazionali hanno registrato una diminuzione dell’1%, mentre gli investimenti fissi lordi sono cresciuti del 3,7%. Le importazioni sono aumentate del 2,3% e le esportazioni sono scese dello 0,1%.

Così l’Istat nei sui Conti economici trimestrali, una vera e propria debacle come afferma il Codacons, commentando i numeri  sul Pil.

“La mancata ripresa dei consumi nel 2021 è un dato preoccupante, con la spesa che risulta ben al di sotto delle attese – spiega il presidente Carlo Rienzi – Analizzando i numeri forniti oggi dall’Istat, si scopre che la spesa delle famiglie residenti in Italia è diminuita del -1,2% nel I trimestre del 2021 rispetto al periodo precedente, è addirittura del -4,2% rispetto al 2020”.

“Numeri sconfortanti determinati non solo dalle misure restrittive legate al Covid, ma anche dal generale impoverimento delle famiglie causato dalla crisi sanitaria che continua ancora oggi ad avere effetti negativi sui consumi degli italiani” – conclude Rienzi.