Istat, alert stipendi: ai minimi da 35 anni

3 Aprile 2017, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Nuovo record negativo per gli stipendi medi dei lavoratori italiani. Secondo l’Istat a febbraio 2017 la crescita delle retribuzioni contrattuali è stata dello 0,3% su base annua, l’aumento più basso dal 1982.

Di pari passo però se lo stipendio medio rimane basso aumentano invece i prezzi  che salgono ad una velocità cinque volte superiore alle retribuzioni. Per allentare il gap tra carovita e buste paga, una via d’uscita potrebbe essere lo sblocco della contrattazione nella pubblica amministrazione con il rinnovo dei contratti degli statali e su di cui si sta trattando un accordo.