Isis: raid Usa bombardano Sirte su richiesta del governo

2 Agosto 2016, di Alessandra Caparello

WASHINGTON (WSI) – Raid arei americani contro la roccaforte dell’Isis in Libia, a Sirte. I bombardamenti sono iniziati e sembra che il nostro paese abbia dato l’ok ai raid anche dalla base di Sigonella.

“Oggi caccia americani hanno effettuato dei raid aerei contro l’Isis a Sirte conformemente alla richiesta presentata dal Consiglio presidenziale del governo di intesa nazionale ed in coordinamento con la “Operation Room” dell’operazione al Bonyan al Marsous. L’aviazione Usa ha colpito alcune postazioni dell’Isis a Sirte infliggendo loro pesanti perdite”.

A dirlo il premier di Tripoli, Fayez Al Sarraj che, come rende noto il sito Alwast avrebbe chiesto esplicitamente l’intervento degli americani per combattere le milizie del Califfato. La conferma arriva anche dalla Casa bianca dove il portavoce del Pentagono, Peter Cook, ha aggiunto che i raid continueranno fino a quando saranno richiesti dal governo locale.

“Gli obiettivi a cui miriamo sono target che devono essere colpiti con precisione, considerato il rischio di vittime civili, target che le forze locali non sono state in grado di colpire efficacemente. Oggi, ad esempio, sono stati colpiti posti con carri armati e poi due veicoli dell’Isis”