Iraq, ucciso il ministro del Petrolio dell’Isis

12 Agosto 2016, di Alberto Battaglia

Il “ministro del Petrolio” dell’Isis, l’iracheno Sami Jassim al Jabouri, conosciuto col nome di Haji Hamad, sarebbe caduto vittima di un’operazione militare congiunta delle forze statunitensi, curde e Peshmerga ed irachene. Secondo quanto riportano le autorità del Kurdistan iracheno, il blitz che ha portato alla morte di Hamad e a quella di un suo collaboratore era, in realtà, finalizzato alla cattura ed è avvenuto nella piccola citta di al Quaim.
Le responsabilità dei Hamad erano cruciali, essendo l’amministratore della principale fonte di finanziamento del Califfato: la gestione delle risorse naturali.