Iran: scienziato nucleare impiccato per spionaggio agli Usa

8 Agosto 2016, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) –  Shahram Amiri, scienziato nucleare da anni detenuto in gran segreto nelle carceri di Teheran è stato giustiziato per impiccagione. A renderlo noto la madre e poi la conferma è arrivata in via ufficiale dal portavoce del ministero della giustizia iraniano.

Amriri era stato accusato di fornire al “nemico”, gli Stati Uniti, “informazioni vitali sul Paese”. Era giugno 2009 quando Amriri scomparve per la prima volta e il governo iraniano ha sempre accusato gli Usa ed Israele. Poi venne liberato e raccontò di essere stato catturato dalla Cia ma la Casa Bianca aveva sostenuto che Amriri si era trattenuto nel Paese di sua volontà. Nel 2011 il processo per altro tradimento, mai reso noto ai media, e oggi la notizia dell’impiccagione.