Iran: non accettiamo pressioni, è nostro diritto produrre più petrolio

3 Dicembre 2015, di Alberto Battaglia

La produzione di petrolio da parte dell’Iran non subirà rallentamenti, anzi. Il ministro iraniano del Petrolio, Bijan Zanganeh, in arrivo a Vienna per la riunione dell’Opec, ha dichiarato:

Non accettiamo nessuna discussione sull’aumento della produzione iraniana dopo la revoca delle sanzioni: è nostro diritto produrre più greggio

Le pressioni internazionali, dovute alla caduta dei prezzi del barile che erodono il mercato di molti produttori occidentali, sono quindi ripudiate dall’Iran, nonostante la revoca delle sanzioni internazionali.