Intesa Sanpaolo: utili netti in flessione ma sopra le attese

1 Agosto 2017, di Daniele Chicca

I profitti di Intesa Sanpaolo si sono contratti nel secondo trimestre dell’anno ma hanno comunque registrato una performance superiore alle aspettative. L’utile netto ha subito un calo del 7,1% nel periodo preso in esame, ma la somma di 837 milioni di euro risulta più alta di quanto il mercato si attendeva. Ecco spiegato il motivo per cui il titolo sale nel primo pomeriggio a Piazza Affari. Gli analisti interpellati da Factset Estimates puntavano su un risultato pari a 655 milioni di euro.

Tenendo conto del contributo di 3,5 miliardi di euro versato dallo Stato Italiano nel quadro dell’operazione di acquisto delle due banche venete in difficoltà finanziarie, rilevate al prezzo simbolico di un euro da Intesa Sanpaolo, i profitti netti si attesterebbero a 4,337 miliardi di euro, dice la banca in un comunicato. Intesa Sanpaolo ha comprato le attività redditizie della Banca Popolare di Vicenza e di Veneto Banca, in un’operazione che si tradurrà nella chiusura di 600 filiali e la partenza e in 3.900 esuberi: sono dipendenti che lasceranno il nuovo gruppo su base volontaria.