Intesa SanPaolo: utile netto a 6,4 miliardi nei primi nove mesi dell’anno

4 Novembre 2020, di Alessandra Caparello

Rispetto ai primi nove mesi 2019, Intesa Sanpaolo – escludendo l’acquisizione UBI Banca – registra, in particolare, un miglioramento dei coefficienti patrimoniali, dell’efficienza e della qualità dell’attivo.

Così il gruppo guidato da Carlo Messina  alzando il velo sui  primi nove mesi del 2020 che hanno archiviato un utile netto contabile di 6,4 miliardi.

La generazione di valore sostenibile per tutti gli stakeholder – si legge in una nota – verrà accresciuta dall’unione con UBI Banca conseguente al controllo acquisito il 5 agosto scorso – che sta procedendo con successo e non presenta complessità significative, anche in considerazione della comprovata capacità di Intesa Sanpaolo di realizzare integrazioni – valorizzando le realtà locali e le persone di UBI Banca e conseguendo un’ulteriore riduzione del profilo di rischio e importanti sinergie senza costi sociali.