Intesa SanPaolo e Mastercard lanciano carta pagamento biometrica

9 Novembre 2018, di Mariangela Tessa

Una carta di pagamento biometrica che consente di combinare i vantaggi della tecnologia con chip a quelli della biometria per verificare l’identità del titolare, usando le impronte digitali, come già avviene per alcuni sistemi di pagamento con il cellulare.

È il progetto pilota su cui stanno lavorando Intesa Sanpaolo e Mastercard, che ieri hanno spiegato che la fase di test iniziale coinvolgerà utenti di Torino, Milano e Roma per 16 settimane.

La nuova carta biometrica, spiega una nota stampa, consente di combinare i vantaggi della tecnologia con chip a quelli della biometria per verificare l’identità del titolare, usando le impronte digitali, come già avviene per alcuni sistemi di pagamento con il cellulare.

Per pagare sarà poi sufficiente avvicinarla al terminale POS tenendo il pollice sul sensore della carta, attivando così il processo di verifica dell’impronta.

Le carte biometriche possono essere utilizzate in tutto il mondo e sono riconoscibili da qualsiasi terminale POS e ATM con certificazione EMV, non comportando ulteriori aggiornamenti hardware o software.