Intercettazioni su smaltimento rifiuti, ministro Guidi dà le dimissioni

31 Marzo 2016, di Daniele Chicca

Poco dopo la pubblicazione di un’intercettazione telefonica agli atti di un’inchiesta sui rifiuti in Basilicata, la ministro per lo Sviluppo Economico Federica Guidi si è dimessa. A spingere alla decisione il ministro è l’attenzione riservata al suo compagno Gianluca Gemelli, che risulta tra gli indagati, circa l’approvazione di un emendamento che avrebbe favorito le sue attività imprenditoriali.

L’emendamento alla legge di Stabilità avrebbe infatti favorito le aziende di Gemelli, indagato dalla procura di Potenza per un presunto giro di traffico e smaltimento illecito di rifiuti. Nelle conversazioni viene citato indirettamente anche il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi. Secondo i procuratori le imprese del fidanzato di Guidi avrebbero guadagnato due milioni e mezzo in subappalti.