Insurtech: Lokky sceglie la strada dell’open banking

6 Febbraio 2020, di Mariangela Tessa

Lokky, primo broker assicurativo digitale dedicato a PMI e professionisti, sceglie la via dell’open banking e pubblica la propria soluzione sulla piattaforma open banking di Fabrick.

Attraverso la raccolta di dati, l’analisi del settore e grazie all’intelligenza artificiale proprietaria, Lokky propone polizze tagliate sulle specifiche esigenze del cliente, eliminando coperture superflue e relativi costi.

La società propone in particolare un’ampia tipologia di polizze in maniera totalmente digitale che vanno dall’Infortunio, a RC Prodotti, Danni al fabbricato, Catastrofi naturali, Viaggi, Malattia, RC Collaboratori, Danni al contenuto, Furto, Responsabilità amministratori, RC Professionale, RC Terzi, Tutela legale, Altri danni ai beni, fino ad Assistenza e Cyber Risk.

Come si legge in un comunicato:

“Grazie alla presenza sulla piattaforma di Fabrick, istituti finanziari, fintech e corporate potranno incorporarne l’offerta nella propria, con grande facilità di integrazione, soprattutto in termini di cross data enrichment (processi specifici attuati al fine di verificare, integrare e migliorare i dati e le informazioni presenti nei database aziendali e renderli fruibili strategicamente). La soluzione Lokky nasce per essere multicanale e Fabrick permette un livello di integrazione massimo, anche con i sistemi core degli istituti finanziari, dalle filiali agli applicativi di home & telephone banking”.

Paolo Zaccardi, CEO di Fabrick, commenta:

“L’obiettivo di Fabrick è quello permettere a realtà tradizionali di rimanere competitive sul mercato attraverso l’integrazione di soluzioni tecnologiche, altamente innovative, nella propria offerta. Lokky rappresenta un partner ideale per gli operatori, finanziari e non, che vogliano servire i propri clienti business con un’offerta assicurativa totalmente personalizzata e completamente digitale”.