Inps: in calo nuove pensioni. Effetto aumento età pensionabile

21 Aprile 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Nel primo trimestre del 2016 le nuove pensioni sono calate del 34,5%, arrivando a 95.381 rispetto al primo trimestre dell’anno precedente, quando erano state 145.618.

Secondo quanto rende noto l’Inps, nei primi tre mesi dell’anno a calare sono state le liquidazioni per le pensioni di vecchiaia, di anzianità, nonché quelle anticipate, sempre considerando l’anno precedente.
Si ricorda che nel 2016 i requisiti per l’accesso alla pensione aumentano di 4 mesi, per effetto dell’aumento della speranza di vita registrato dall’Istat. In più per le donne, ai sensi della riforma Fornero (Legge 214/2011), dal 1 gennaio 2016 subiscono un ulteriore aumento di età per andare in pensione di vecchiaia, ossia 18 mesi sia per le lavoratrici del settore dipendente che quelle autonome.