Inps, contratti stabili: -84% il saldo assunzioni-cessazioni nei primi sei mesi del 2016

26 Agosto 2016, di Alberto Battaglia

Il ridimensionamento dei contributi per le assunzioni continuano a incidere sulla geografia dei nuovi contratti di lavoro: secondo l’ultima edizione dell’Osservatorio Inps emerge che nel primo semestre del 2016 il saldo tra i nuovi contratti stabili e le cessazioni è stato positivo per 74.502 unità, e purtuttavia in calo dell’84% rispetto a quello di un anno prima, pari a 468.186 contratti stabili. Nel complesso il saldo fra assunzioni e cessazioni è positivo per 516mila unità, minore rispetto a quello del 2015 (+ 628.000), ma superiore a quello registrato nei primi sei mesi del 2014 (+ 423.000). A trainare la gran parte del monte dei nuovi contratti sono quelli a termine: 1.808.000 assunzioni, anche meglio del 2015 (+ 0,6%) e ancor di più rispetto al 2014 (+ 2,7%). In proporzione crescono più di tutti i contratti di apprendistato: 113.000, il 14,4% rispetto all’anno scorso.