Inps, allarme Boeri: perdiamo 100 persone al mese

25 Febbraio 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – “Chiediamo misure urgenti, stiamo perdendo 100 persone al mese. Abbiamo chiesto flessibilita’ gestionale nella Legge di stabilita’ anche per procedere a nuove assunzioni e siamo certi che con questa flessibilita’ potremmo fare risparmi anche piu’ significativi di quelli richiesti”.

E’ l’allarme del presidente Inps Tito Boeri in audizione alla commissione Bicamerale Enti previdenziali, secondo cui il blocco del turn over “riduce la qualita’ delle istituzioni e le indebolisce”.

Boeri ha quindi lanciato un allarme contro “i tagli lineari, il circolo vizioso e’ evidente – ha detto – perche’ le tasse restano a livelli svizzeri e i servizi peggiorano, aumenta la percezione dei cittadini di uno Stato come corpo estraneo che estorce”.

L’Inps, secondo Boeri, e’ stato particolarmente colpito con riduzioni del personale del 10% in tre anni. “I tempi di attesa sono peggiorati, poi ci viene imposto di assorbire personale da altre amministrazioni, ma noi abbiamo bisogno di professionalita’ specifiche”.

Boeri ha elencato tutte le misure allo studio per rendere l’Insp piu’ efficiente: “Abbiamo contribuito con 700 milioni di risparmi e vogliamo dare un contributo ancora maggiore, pero’ c’e’ il problema della qualita’”.