Imprese globali, fiducia dei manager ai massimi dal 2014

14 Marzo 2017, di Daniele Chicca

La fiducia dei manager delle società più grandi a livello globale ha toccato il livello massimo dal 2014, invertendo la tendenza negativa dello scorso anno per attestarsi in territorio positivo nel 2017. È il risultato principale dell’ultima inchiesta condotta da Fidelity International. La fiducia delle aziende è migliorata sensibilmente rispetto al 2016, secondo l’Analyst Survey 2017, la ricerca condotta dalla società di gestione tra tutti i suoi analisti a livello internazionale.

Con la ricomparsa di forze cicliche, evidenti in tutte le regioni e in tutti i settori, gli amministratori delegati aziendali considerano ora la crescita generata dalla domanda come il principale fattore trainante degli utili delle rispettive imprese, mentre lo scorso anno il parametro di punta era la riduzione dei costi.

Questa accelerazione ciclica globale fa segnare un netto cambiamento rispetto al 2016, spingendo l’indicatore del sentiment di Fidelity in territorio positivo in tutte le regioni. L’indagine dei 146 analisti di Fidelity si basa sulle informazioni ottenute da migliaia di imprese.

“Di particolare interesse appare, inoltre, il cambiamento del sentiment nei settori della cosiddetta ‘old economy’, che lo scorso anno aveva conseguito un risultato deludente, soprattutto nel settore dell’energia e in quello dei materiali, mentre oggi gli analisti appaiono ottimisti al riguardo per il 2017″, si legge in un comunicato.