Immobiliare: in crescita il settori retail e industriale

8 Aprile 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – E’ cresciuto del 4,2% nel 2015 il rendimento totale dell’investimento immobiliare italiano spinto da un rafforzamento dei settori retail e industriale. A renderlo noto MSCI in base all’indice IPD Italy Annual Property. Secondo Malcolm Hunt, direttore esecutivo di MSCI:

“La storia del mercato di immobili italiani nel 2015 è in ripresa nei settori che in cui si era verificati dei crolli e continua a migliorare negli altri. Retail e Industriali sono risultati particolarmente resistente, che è un riflesso di una maggiore liquidità nel mercato e rinnovato interesse degli investitori per una più ampia gamma di attività”.

Nei dettagli l’indice del rendimento complessivo cresce del 4,2% rispetto al 3,5% del 2014, ed è rimasto vicino nelle medie di lungo termine, ossia 3,4% per i tre anni, 3,2% per cinque anni, e il 4,3% per la media di 10 anni. Il settore industriale è risultato il migliore nell’indice con un total return al 7,2% e un income return al 6,5%.

Hanno mostrato una decisa resilienza gli immobili a uso ufficio con un total return in crescita al 3,3% dal 2,6%, nettamente al di sopra della media triennale del 2,5% e quinquennale media del 2,4%. In continua ripresa i driver principale per questa performance è la continua ripresa nel settore del valore del capitale, che, pur non risultando ancora positivo, si è attestato a -1,5% nel 2015 rispetto al -2,2% nel 2014, al -3,4% nel 2013 e al -4,4% nel 2012. Negativa la variazione degli affitti in tutti i segmenti dove ha registrato un calo dell’1,4% globale.