Immobiliare: i prezzi resistono alla pandemia e cresce la voglia di casa

5 Luglio 2021, di Alessandra Caparello

Dopo la battuta di arresto del primo trimestre, i prezzi dell’immobiliare usato in Italia hanno segnato un incremento nel corso dei mesi primaverili dello 0,6%, portandosi a 1.729 euro al metro quadro. Su base annuale valori su dello 0,4%, sostanzialmente stabili nonostante la pandemia, secondo l’analisi dell’ufficio studi di idealista.

Vincenzo De Tommaso, Responsabile dell’Ufficio Studi di idealista ha così commentato:

“Aumentando la fiducia sull’uscita dalla pandemia cresce la voglia di acquistare casa, anche se sono cambiate le caratteristiche di una domanda sempre più orientata al comfort abitativo. Con prezzi fermi o in calo, tranne che nei centri top rispetto a dieci anni fa e tassi ai minimi, una prima casa diventa il migliore investimento possibile per una famiglia. In questa situazione potremmo aspettarci un aumento più deciso dei prezzi immobiliari dovuta alla politica espansiva delle banche centrali”.