Ilva: 12 indagati per la morte del giovane operaio. Emiliano: “La pazienza e’ finita”

19 Settembre 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Sono 12, tra rappresentanti dell’Ilva e della ditta dell’appalto per cui lavorava, le persone indagate dalla Procura di Taranto per l’incidente di sabato 17 scorso, nell’area esterna dell’Afo4 dello stabilimento Ilva e in cui h perso la vita Giacomo Campo, 25enne operaio della Steel service.

Lo riporta la Repubblica, specificando che “gli avvisi di garanzia, con le ipotesi di omicidio colposo e altri reati in materia di infortunistica, sono stati firmati dal sostituto procuratore Giovanna Cannarile”.

“La pazienza è finita”, ha commentato il governatore Michele Emiliano in commissione Sanità: dopo la morte dell’operaio, “il nostro atteggiamento nei confronti del governo Renzi a proposito del futuro dell’acciaieria cambia. Chiederemo che sia revocata la facoltà d’uso all’interno dello stabilimento sequestrato dalla magistratura. I commissari devono bloccare la produzione fino a quando la fabbrica non sarà risanata”.