Stop a quote migranti: referendum in Ungheria rischia di non raggiungere quorum

30 Settembre 2016, di Alberto Battaglia

Il referendum che domenica chiamerà alle urne gli ungheresi per accogliere o respingere la ripartizione in quote dei migranti fra i diversi Paesi Ue, decisa dalla Commissione europea, rischia di non raggiungere il quorum e dunque di non avere la base sufficiente perché sia valido. Determinati a respingere con il “no” il sistema delle quote, sulla spinta della propaganda del governo ungherese, sono l’83% degli elettori che intendono recarsi alle urne, ma questi ultimi, emerge dai sondaggio più recente, sono solo il 42% del totale. Infatti, solo il 20% degli elettori di sinistra dichiara di voler votare al referendum.

Secondo molti osservatori, la decisione della Commissione Ue sulla ripartizione in quote non può comunque essere respinta dal referendum nazionale sotto il profilo giuridico.