Il gip conferma gli arresti domiciliari per i genitori di Renzi

1 Marzo 2019, di Alberto Battaglia

Il giudice per le indagini preliminari Angela Fantechi ha respinto la richiesta di revoca degli arresti domiciliari presentata dai legali di Tiziano Renzi e Laura Bovoli. I due genitori dell’ex premier Matteo Renzi, sono indagati per false fatturazioni e bancarotta fraudolenta. “Esistono ancora gravi indizi di colpevolezza che non risultano messi in discussione dalle dichiarazioni degli indagati i quali, si sono limitati ad affermare la falsità di alcune testimonianze e di alcuni documenti”. La precisazioni fornite “non offrono una diversa ricostruzione dei fatti ovvero la offrono solo se si ipotizza “una specie di complotto” che ha determinato la costituzione di indizi falsi (…) Dalle intere indagini è emerso in modo pacifico che gli indagati abbiano svolto ruoli di fatto” nelle società “tanto che non è possibile ritenere che le loro dimissioni da cariche formali possa ritenersi misura sufficiente a garantire le esigenze cautelari”. Queste ultime sarebbero giustificate dal rischio di reiterazione del reato, consistente nonostante le dimissioni dei coniugi Renzi dalle loro cariche nelle società.