Ibm: ricavi ancora giù, peggiori risultati da 14 anni

19 Aprile 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Trimestre da dimenticare per IBM, che ieri sera ha annunciato i peggiori ricavi degli ultimi 14 anni, con i risultati delle attività più nuove come ‘cloud’ e ‘mobile computing’ non sufficienti a bilanciare la flessione dei business tradizionali. Negli scambi prima dell’avvio ufficiale delle negoziazioni il titolo perde il 4,3%.

Per la societa’ americana, si tratta del 16esimo trimestre di fila con ricavi in calo su base annuale. Il dato e’ pero’ sceso meno del previsto e gli utili pro-forma hanno superato le stime degli analisti.

Entrando nel dettaglio dei numeri, nel primo trimestre del 2016  ha registrato un fatturato pari a 18,7 miliardi di dollari, in calo del 5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Gli analisti si aspettavano vendite pari a 18,3 miliardi di dollari.

Nei tre mesi chiusi a fine marzo i profitti netti si sono attestati a 2 miliardi di dollari, o 2,09 dollari per azione, in ribasso del 17% su base annuale. Al netto di voci straordinarie, gli utili per azione sono stati pari a 2,35 dollari, oltre le previsione del mercato pari a 2,09 dollari per azione.