Honeywell chiude stabilimento di Atessa (Abruzzo), 420 lavoratori in mobilità

16 Novembre 2017, di Alberto Battaglia

Nonostante le richieste del ministero dello Sviluppo economico, la Honeywell ha confermato che lo stabilimento di Atessa (Chieti) che impiega 420 lavoratori sarà chiuso entro il secondo trimestre del 2018. La compagnia utilizza l’impianto per la produzione di motori a gasolio, avviati verso il declino, e che soffre, in più, di una crescente concorrenza internazionale. Il prossimo 2 aprile verrà aperto il percorso di mobilità, una volta scaduta la procedura di solidarietà.
Il Mise ha chiesto un “ripensamento” alla Honeywell, su sollecitazione parlamentare proveniente, fra gli altri, anche da Pier Luigi Bersani. Al temine di un incontro con il ministero, fa sapere una nota, “i vertici di Honeywell hanno ritenuto di non accogliere la proposta avanzata dal Ministro”, Carlo Calenda, “e hanno comunicato la decisione di cessare l’attività. Si tratta di una decisione estremamente grave”.
“In accordo con le organizzazioni sindacali e le istituzioni territoriali il Ministero continuerà a seguire la vicenda con l’obiettivo di trovare soluzioni che possano garantire gli attuali livelli occupazionali. Già nei prossimi giorni verrà convocato al Mise un tavolo con tutti i soggetti coinvolti”, ha concluso il ministero.