Grecia in pressing sulle pensioni: si prospetta nuovo braccio di ferro con i creditori

2 Ottobre 2018, di Alessandra Caparello

La Grecia potrebbe iniziare un’altra battaglia con i creditori e i mercati finanziari. Il governo  di Alexis Tspiras ha presentato ieri sera la prima bozza del suo piano di bilancio 2019 in cui sono stati proposti due scenari per i piani di spesa e gli obiettivi economici per il prossimo anno.

Uno di questi include tagli pensionistici pianificati in linea con le aspettative dei suoi creditori, l’altro invece non include questi tagli indicando che il governo greco è disposto a apportare modifiche alle riforme che aveva precedentemente concordato con i suoi creditori. I tagli alle pensioni dovevano iniziare a gennaio e sono state una delle riforme più difficili per raggiungere un accordo. Eventuali modifiche alle pensioni o ad altre riforme potrebbero innescare scontri con le istituzioni europee e il Fondo monetario internazionale (FMI).