Governo italiano: allo studio “fisco graduale” per le startup

10 Maggio 2016, di Alberto Battaglia

“Come con i contratti a tutele crescenti possiamo ragionare su burocrazia e fisco crescenti. In fase di startup i costi fiscali e burocratici devono essere più bassi, poi se l’impresa si radica quegli oneri salgono gradualmente”. Così il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Tommaso Nannicini, che rivela che allo studio di Palazzo Chigi c’è anche la possibilità di un fisco agevolato nella fase di avviamento dell’impresa. Si tratta di una “riflessione su fisco e adempimenti burocratici che sono due dossier all’attenzione del governo”, precisa poi Nannicini, intervenuto all’assemblea di Rete Imprese Italia.