Ue: Commissione spinge sugli Eurobond, Germania fa catenaccio

1 Giugno 2017, di Mariangela Tessa

Nonostante i segnali di miglioramento, per la Commissione europea la crisi economica “non è finita finché la disoccupazione resta così elevata”, per questo la governance dell’euro “ha bisogno di un’ulteriore riforma”.

Per questo motivo l’esecutivo Ue propone entro il 2019 di ridurre i rischi bancari (npl), ma anche di avviare una forma di bond sovrani dell’area euro (ESBBs), ma senza, per ora, mettere in comune i rischi. Più audace la strategia 2020-2025, dove si propone di far nascere Tesoro, ministro e Fondo monetario Ue, e di pensare a ‘Safe assets’ europei, simili agli Eurobond.