Google, Brin: molto stupito dai risultati sull’intelligenza artificiale

20 Gennaio 2017, di Alberto Battaglia

Il cofondatore di Alphabet (holding di cui fa parte anche Google) Sergey Brin, si è detto stupefatto dei risultati delle ricerche condotte dal suo team nel campo dell’intelligenza artificiale. “Questa rivoluzione”, ha detto Brin al meeting del Wef a Davos, “è stata molto profonda e mi ha proprio sorpreso anche se mi trovavo proprio lì e potevo tirare graffette addosso ai ricercatori”.
Le innovazioni in questo campo sono di particolare interesse per la comunità economica, che s’interroga sull’impatto che queste tecnologie potranno avere sulla società a partire dal mercato del lavoro. In merito Brin ha risposto che l’evoluzione tecnologica è “intrinsecamente caotica” e per questo i cambiamenti da essa portati richiedono un dibattito sui modi più adatti per ricalibrare la società.
Alla rischio della perdita di posti di lavoro Brin ha evocato anche i possibili impatti positivi dal progresso tecnologico: “Alcuni dei compiti più mondani saranno alleviati dalla tecnologia e la gente troverà più e più modi per spendere in modo significativo e creativo il proprio tempo”.