Goldman Sachs: “il caro euro non deprimerà listini europei. Ad una condizione, però”

25 Luglio 2017, di Mariangela Tessa

Gli analisti di Goldman Sachs non credono che un euro forte possa danneggiare l’azionario del Vecchio Continente. È quanto scrivono in una nota, specificando che:

“È possibile che l’apprezzamento della moneta unica possa pesare sul lato delle esportazioni, ma fino a quando la crescita globale è solida, quest’ultimo sarà il fattore predominante”, ha dichiarato in un’intervista il Mueller-Glissmann, responsabile delle strategia di portafoglio e asset allocation.