Goldman Sachs: dopo riunione Bce ci attendiamo pochi movimenti sull’obbligazionario

21 Gennaio 2021, di Redazione Wall Street Italia

Nella prima riunione di politica monetaria del 2021 di oggi la BCE ha confermato tassi invariati (0-0,25%) e il suo impegno a utilizzare gli strumenti di politica pandemica per mantenere condizioni finanziarie favorevoli.

“Considerando la debole dinamica dell’inflazione sottostante, riteniamo che la BCE manterrà una politica accomodante, anche se vedremo miglioramenti della crescita legati al vaccino nel corso dell’anno.
Ma c’è spazio per qualche movimento nella politica della BCE nel 2021 – una modifica del suo obiettivo di inflazione a seguito della revisione della sua strategia, per esempio, o il potenziale per una maggiore importanza delle tematiche legate al clima all’interno di azioni di politica monetaria come il QE.
In ogni caso, le implicazioni per i mercati obbligazionari europei sono relativamente poche: ci aspettiamo una prosecuzione dello scenario di tassi bassi e curve di rendimento piatte” ha commentato Gurpreet Gill, Fixed Income Macro Strategist di Goldman Sachs Asset Management.