Giappone non sente ragioni, obiettivo inflazione resta il 2%

25 Settembre 2017, di Mariangela Tessa

Il Giappone non fa marcia indietro rispetto all’obiettivo dell’inflazione al 2%. Malgrado gli appelli di diversi economisti a ridimensionare il target, la Banca del Giappone ha confermato che continuerà a perseguire l’obiettivo.

‘In una prospettiva di lungo periodo – ha spiegato il governatore della BoJ, Haruhiko Kuroda, parlando a una platea di investitori di Osaka. – se il tasso di inflazione rimane allo stesso livello nelle principali economie verra’ assicurata di conseguenza la stabilita’ dei cambi”.

Il target del 2% per il Giappone rimane un obiettivo lontano ma la BoJ, ha assicurato Kuroda, lavorera’ senza sosta e con tutti gli strumenti a disposizione per raggiungerlo.