Giappone: a picco ordini macchinari, in calo disavanzo

19 Febbraio 2020, di Mariangela Tessa

A dicembre 2019 del ordini macchinari in Giappone hanno registrato una flessione del 3,5% su base annua. Lo rende noto il Governo giapponese. Su base mensile gli ordini hanno segnato una flessione del 12,5%, maggiore rispetto alle stime di mercato che accreditavano un calo dell’8,8 per cento.

Sempre sul fronte macro, a gennaio 2020 la bilancia commerciale giapponese ha chiuso con un disavanzo di 1,313 trilioni di yen, in lieve miglioramento rispetto al deficit di 1,418 trilioni di yen dello stesso mese del 2019. Lo rende noto il ministero delle Finanze giapponese aggiungendo che, sempre a gennaio, le esportazioni sono diminuite per il 14mo mese consecutivo. In particolare l’export ha registrato un calo del 2,6% su base annua rispetto a una flessione del 6,3% a dicembre.

Le esportazioni del Giappone verso gli Stati Uniti sono diminuite del 7,7% su base annua a gennaio a causa del calo delle spedizioni di auto e macchine. Anche le esportazioni verso la Cina sono diminuite del 6,4% in ragione della minore domanda di parti di automobili e componenti elettronici.