Gestione rifiuti: a Roma il primato per i costi più alti d’Italia

11 Agosto 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Mentre continua lo scandalo Ama, la città di Roma conquista il triste primato dei costi più alti per quanto riguarda la gestione dei rifiuti. A denunciarlo il Codacons secondo cui i romani pagano costi alti e il servizio di raccolta è peggiorato.

“La gestione della spazzatura costa complessivamente alla capitale circa 794 milioni di euro annui a fronte di tale cifra vengono prodotte 1,7 milioni di tonnellate di rifiuti. Ciò significa che ogni cittadino romano spende mediamente 276 euro all’anno per il servizio”.

Nel resto d’Italia a Milano i costi di gestione ammontano a 306 milioni di euro, circa 225 euro a cittadino, a Torino ancora meno con circa 203 euro in media all’anno di tassa sui rifiuti.

“In definitiva a Roma si paga di più che nel resto d’Italia, per ricevere in cambio un servizio peggiore rispetto alle altre città. La raccolta dei rifiuti e la pulizia della capitale è sensibilmente peggiorata negli ultimi anni, mentre i costi a carico della collettività sono aumentati di circa il 10% dal 2010 ad oggi. Per tale motivo il Codacons sta studiando la possibilità di avviare una class action contro l’Ama, volta a far ottenere ai cittadini romani la restituzione degli incrementi tariffari pagati negli ultimi anni attraverso la Tari”.