13:23 martedì 22 Gennaio 2019

Germania e Francia siglano nuovo accordo. “Avanti mano nella mano”

Nuovo trattato tra Francia e Germania siglato oggi ad Aquisgrana a completamento di quello del 1963 sui settori della difesa, diplomazia, economia o cooperazione transfrontaliera. A firmarlo la cancelliera Angela Merkel e il capo dell’Eliseo Emmanuel Macron.

Oggi è un giorno molto significativo per i rapporti franco-tedeschi, vogliamo andare avanti mano nella mano”.

Così la cancelliera a cui fa eco Macron.

 Germania e Francia aprono oggi un nuovo capitolo. Sulla base della riconciliazione, segniamo una nuova tappa”.

Così mentre la Brexit continua a implodere, Francia e Germania stanno decretando il loro posto al centro dell’Unione Europea con un nuovo trattato che promette posizioni comuni e dichiarazioni congiunte sulle principali questioni che l’UE e la NATO devono affrontare. Obiettivo dei due paesi è anche quello di rafforzare ulteriormente la cooperazione tra le loro forze armate” e “di procedere a schieramenti congiunti e Parigi e Berlino, a questo scopo, istituiscono il Consiglio di difesa e sicurezza franco-tedesco.

Breaking news

15:04
OCSE, cresce il PIL nel primo trimestre 2024: UK e Canada in testa

Il PIL dell’area OCSE ha registrato una crescita dello 0,4% nel primo trimestre dell’anno, trainato dalle performance di Regno Unito e Canada. Anche Germania, Francia e Italia mostrano segnali di ripresa, mentre gli USA rallentano.

14:09
Tesla avvia la costruzione di una nuova fabbrica di batterie a Shanghai

Tesla ha iniziato la costruzione di una grande fabbrica di batterie a Shanghai, la seconda nella città cinese. La produzione dovrebbe iniziare nel 2025, con una capacità di 10.000 unità all’anno.

13:28
Emanuele Orsini è il nuovo presidente di Confindustria

Emanuele Orsini è stato eletto nuovo presidente di Confindustria, succedendo a Carlo Bonomi. Orsini guiderà l’associazione per il quadriennio 2024-2028, con un focus su competitività, energia e certezza del diritto. La sua squadra di presidenza è stata approvata con l’84% delle preferenze.

12:52
Borse Cina, chiusura in ribasso: Shanghai -1,3% e Hang Seng -1,7%

Le borse cinesi hanno terminato la giornata in calo, influenzate dalle perdite di Wall Street e dalle preoccupazioni sui tassi di interesse. Le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina hanno ulteriormente aggravato la situazione. Anche i principali titoli tecnologici e dei semiconduttori hanno registrato perdite significative.

Leggi tutti