15:13 martedì 14 Agosto 2018

Genova, crolla ponte dell’autostrada: decine di morti

Un ponte dell’autostrada lungo più di un chilometro è crollato all’altezza di Genova: probabilmente a causa di un cedimento strutturale, poco prima di mezzogiorno, è imploso causando decine di morti. I vigili del fuoco sostengono che una serie di auto è rimasta con ogni probabilità sotto le macerie e mentre il diretto del 118 ha detto all’agenzia Adnkronos che ci sono “decine di morti”. Il bilancio provvisorio parla di 22 morti, ma ci sono altre cinque persone in condizioni gravi (codice rosso), stando a quanto riportato dal ministero dell’Interno.

Al momento del crollo – molto esteso – si possono vedere dalle foto diverse auto e camion sopra il ponte e ipoteticamente anche sotto. In Liguria sta piovendo moltissimo da ore – la Protezione Civile aveva dichiarato l’allerta arancione – e la pioggia, insieme al traffico seguito al crollo del ponte, sta rendendo più complicati i soccorsi.

Breaking news

12/07 · 17:43
Piazza Affari chiude a +0,8% al termine di una settimana positiva

Piazza Affari chiude in rialzo dello 0,8%. Focus sui prezzi alla produzione Usa e le trimestrali delle banche americane

12/07 · 17:28
Lufthansa scivola a Francoforte dopo la revisione al ribasso delle previsioni sugli utili per il 2024

Lufthansa ha rivisto al ribasso le previsioni sugli utili per il 2024, prevedendo un utile operativo rettificato inferiore alle aspettative iniziali. La compagnia aerea tedesca ha anche annunciato l’avvio di un programma di turnaround completo per affrontare le sfide attuali.

12/07 · 16:23
Inflazione stabile in Italia per il 2025-2026: le previsioni di Bankitalia

Bankitalia prevede che l’inflazione al consumo si manterrà su livelli contenuti, con un tasso dell’1,1% quest’anno e poco più dell’1,5% nel biennio 2025-26. La disinflazione è più lenta nei servizi, specialmente nel turismo.

12/07 · 16:17
Wall Street apre in rialzo: Dow Jones a +0,32%, S&P 500 guadagna lo 0,14%

Wall Street apre in lieve rialzo, sostenuta dai risultati delle trimestrali bancarie e dai dati sui prezzi alla produzione. L’inflazione mostra segnali contrastanti, alimentando l’ottimismo su un possibile taglio dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve.

Leggi tutti