Generali 2021: confermato l’impegno verso il raggiungimento dei target finanziari

19 Novembre 2020, di Mariangela Tessa

L’ulteriore sviluppo della strategia multi-boutique nell’asset management è tra le priorità strategiche per il successo della strategia Generali 2021 e oltre.

In occasione dell’Investor Day che si è svolto ieri online, Generali ha illustrato l’aggiornamento del piano strategico triennale Generali 2021: il gruppo ha confermato i target finanziari, evidenziando la capacità di affrontare efficacemente la crisi globale del Covid-19 e la validità delle convinzioni alla base del piano.

Nel segmento Asset Management – si legge in una nota –  l’esecuzione della strategia ha contribuito positivamente al raggiungimento degli obiettivi delineati nel piano strategico Generali 2021, grazie all’implementazione della piattaforma multi-boutique che sta fornendo ottime performance ai propri clienti e consentendo la crescita della clientela esterna.

Gli obiettivi dell’Asset Management per il 2021 sono confermati e la loro evoluzione è in linea:

  • Il risultato netto del segmento è atteso a circa € 350 milioni nel 2020 (target 2021: € 400 milioni di euro);
  • Il contributo dei ricavi da clienti esterni si prevede quest’anno in crescita al 32% (target 2021: 35%);
  • Il margine operativo del segmento per il 2020 si attesta al 52% (target 2021: > 45%).

L’ambizione di lungo termine è quella di posizionare Generali tra le prime 5 multi-boutique al mondo per risultato netto.

Lo scenario attuale presenta molteplici sfide, che la strategia di Generali intende tradurre in opportunità, sulla base delle seguenti priorità: un aumento degli investimenti in Real Assets; l’accelerazione della diversificazione geografica; una solida leva sui profili ESG / SRI in tutte le asset class; l’uso dell’innovazione per migliorare la value chain; focus sulle competenze nelle strategie in grado di generare alfa; ottimizzaizone delle attività e dei nuovi business.