Future Usa contrasti prima dell’avvio di Wall Street

6 Ottobre 2020, di Redazione Wall Street Italia

A poco meno di un’ora dall’avvio delle contrattazioni ufficiali i futures sugli indici Usa sono poco mossi, all’indomani del forte rally fomentato dalla notizia dell’uscita dall’ospedale del presidente americano Donald Trump.
Il derivato sull’indice Dow Jones segna un progresso dello 0,51%, quello sull’S&P 500 segna un +0,21% mentre il derivato sul Nasdaq cede lo 0,22 per cento.

La cautela si spiega anche con l’attesa degli operatori per il discorso che sarà proferito oggi dal numero uno della Federal Reserve, Jerome Powell, alla National Association of Business Economists.

Powell, viene riportato dalla stampa Usa, parlerà dell’importanza che il Congresso Usa approvi un nuovo pacchetto di stimoli per evitare che la ripresa dell’economia scivoli in una fase di stallo.

Ieri il Nasdaq è balzato del 2,3%, mentre lo S&P 500 e il Dow Jones sono saliti rispettivamente dell’1,8% e dell’1,7%. In particolare, il Nasdaq e lo S&P 500 hanno riportato il trend migliore dal 9 settembre scorso, mentre per il Dow Jones è stata la sessione migliore dal 14 luglio scorso. Una prova di fiducia è arrivata anche con la performance dell’indice delle small cap Russell 2000, in rialzo del 2,8%, e positivo nelle ultime sei delle sette sessioni.