FT: banche italiane in salvo grazie a intervento BCE

26 Marzo 2020, di Mariangela Tessa

Banche italiane finiscono sotto la lente del Financial Times, che si chiede se il settore è abbastanza forte da reggere lo shock economico causato dal coronavirus. I timori degli investitori sulle ricadute della pandemia sono particolarmente forti nel caso delle banche della Penisola, alla luce delle sfide legate all’elevato livello del debito, che è detenuto dagli istituti di credito per un quinto dello stock totale.

Alcuni economisti ed investitori temono anche che l’introduzione della moratoria per il rimborso dei prestiti da parte di aziende e consumatori colpiti dal virus aggraverà un problema già esistente, quello dei crediti problematici, la cui incidenza potrebbe ripartire al rialzo.

Che le banche riescono o meno a far fronte anche a questo, dipenderà anche da quanto durerà il problema, spiega l’ex-capo economista del Tesoro, Lorenzo Codogno, aggiungendo che se ci fosse un aumento dello spread “le banche si troverebbero subito in difficoltà”. Per ora il problema pare tuttavia sotto controllo per via degli interventi della BCE. Senza questo “il rischio default- dice Codogno – sarebbe alto”.