Francia: “rischio serio che terroristi sbarchino a Lampedusa”

1 Febbraio 2016, di Alessandra Caparello

PARIGI (WSI) – “C’è il rischio serio che i terroristi dello Stato islamico possano infiltrarsi tra i profughi che dalla Libia raggiungono le coste dell’Italia meridionale”. A dirlo il ministro della Difesa francese, Jean-Yves Le Drian.

Il ministro ha evidenziato che lo Stato islamico si trova a soli 350 chilometri dall’isola italiana di Lampedusa, e come tale “vi è urgente necessità” di trovare una soluzione politica alla crisi in Libia per contrastare l’espansione dell’Isis.

“Quando arriverà il bel tempo c’è il rischio che i combattenti possano affrontare la traversata mischiandosi ai rifugiati. E’ un pericolo serio. Siamo consapevoli del rischio che il conflitto nel Levante (Siria e Iraq), dove stiamo iniziando a vedere alcuni risultati positivi, possa trasferirsi in Libia”.

Intanto il quotidiano arabo Asharq al Awsat, rende noto che lo Stato islamico possa esser entrato in possesso in Libia di gas sarin, un gas nervino inodore e incolore classificato come arma chimica di distruzione di massa.