Francia: il ministro Macron ha un conto in sospeso col fisco francese

1 Giugno 2016, di Alberto Battaglia

Il ministro dell’Economia francese, Emmanuel Macron, deve saldare alcuni conti con il fisco; a scriverlo sono i giornali francesi Mediapart e Le canard enchaine. “In seguito a una discussione con il fisco durata più di un anno e mezzo” scrive Mediapart, “il ministro ha dovuto ammettere il fatto che dovrà pagare”; fra il 2013 e il 2014 sarebbe stata fornita alle autorità fiscali una valutazione troppo bassa del patrimonio familiare. Il patrimonio di Macron, essendo superiore a 1,3 milioni di euro, è soggetto ad un’imposta mirata dello stato francese.

In particolare il valore di una casa della moglie nel nord della Francia avrebbe un valore di 1,4 milioni di euro, piuttosto che 1,2 milioni dichiarati dal ministro. La cifra da pagare per il ministro non dovrebbe superare i 10mila euro, secondo Mediapart. E’ un colpo all’immagine di un giovane astro nascente della politica francese, dopo che la presentazione del suo nuovo movimento politico sembrava aprire la via per la candidatura alle prossime elezioni presidenziali del 2017.