Fmi: troppo credito alle famiglie mette a rischio stabilità finanziaria

3 Ottobre 2017, di Alberto Battaglia

La crescita del credito alle famiglie, in grado di dare slancio alla crescita, ma potrebbe essere la premessa di un collasso finanziario: lo ha scritto il Fmi in un avvertimento diretto ai governi contenuto in un report. L’analisi sarà presentata in occasione dell’incontro annuale previsto a Washington la prossima settimana. Una volta che la crescita diviene dipendente dal credito erogato alle famiglie il crollo finanziario potrebbe essere questione di massimo tre anni, scrive il Fmi.

“Come la crisi finanziaria globale ha mostrato, la rapida crescita del credito alle famiglie, in particolare i mutui, può essere pericolosa”, ha dichiarato Nico Valckx, uno degli autori della ricerca, in un post sul blog Fmi, “maggiori debiti sono associati a disoccupazione significativamente pi alta nei quattro anni successivi. E un punto percentuale di crescita nel debito aumenta le probabilità di una crisi bancaria futura” in proporzione analoga. “E’ un aumento significativo se si considera che la probabilità di una crisi è del 3,5% anche senza nessun aumento nel debito”.