Fmi: reddito di cittadinanza penalizza i nuclei più numerosi e poveri

29 Gennaio 2020, di Alessandra Caparello

“Il programma sul Reddito di cittadinanza si rivolge ai più vulnerabili. Tuttavia, il beneficio è ben al di sopra dei parametri di riferimento internazionali”.

Così il Fondo monetario internazionale sottolinea come il sussidio targato Movimento Cinque Stelle “diminuisce troppo rapidamente a seconda delle dimensioni della famiglia, penalizzando i nuclei più numerosi e più poveri”.

Inoltre viene meno bruscamente se si accetta un’offerta di lavoro, anche a basso salario. Queste caratteristiche dovrebbero essere allineate alle migliori pratiche internazionali per evitare disincentivi al lavoro e condizioni di dipendenza assistenzialistica”.