Banche, Fmi: 900 miliardi di Npl in Europa

18 Aprile 2018, di Livia Liberatore

Secondo l’Fmi, le banche in condizioni di debolezza, che detengono una cifra del 20% degli asset analizzati, hanno livelli bassi di accantonamenti e di capitale rispetto agli Npl nel portafoglio. Queste banche, soprattutto europee, “sarebbero più suscettibili a shock come un balzo improvviso delle tensioni sui mercati o una frenata inattesa dell’economia”. Stando a una tabella del Global Financial Stability Report (Gfsr) del Fondo monetario internazionale, gli Npl nell’eurozona sono sotto i 900 miliardi di euro di cui poco meno di 600 miliardi si trovano in Italia, Irlanda e Spagna e meno di 200 miliardi in Grecia, Cipro e Portogallo.