Fitch taglia Pil globale, colpa della Brexit e della guerra dazi

10 Settembre 2019, di Mariangela Tessa

Complici l’escalation nella guerra dei dazi Usa-Cina e l’aumento del rischio di una Brexit senza accordo, Fitch ha tagliato il suo outlook globale, accusando il protezionismo di “soffocare le prospettive di crescita”. L’agenzia di rating, in un aggiornamento al suo ‘outlook economico globale’ (GEO), ha fatto “significative revisioni al ribasso” del Pil nei prossimi 18 mesi. La Cina rallenterà dal 6,2 al 6,1% nel 2019 e dal 6% al 5,7% nel 2020, l’Eurozona si fermerà all’1,1% nel sia nel 2019 che nel 2020, rispetto all’1,2% e all’1,3% della stima precedente, gli Usa freneranno dal 2,4 al 2,3% nel 2019 e dall’1,8 all’1,7% nel 2020.