Banche, Fitch sui contributi volontari al Fidt: “Riducono redditività”

27 Maggio 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – L’agenzia di rating internazionale Fitch punta il dito contro i contributi volontari al Fondo interbancario di tutela dei depositi (Fitd).

“Sebbene di modesta entità, peseranno su un settore già caratterizzato da una debole redditività” si legge in una nota, in cui viene esaminata la nuova iniziativa del sistema bancario che prevede contributi volontari al Fondo, secondo i media fino a 700 milioni, per supportare e ricapitalizzare le banche più piccole.

Il contributo volontario serve ad evitare violazioni delle norme comunitarie in tema di aiuti di Stato.

Se verrà seguita questa strada, si rafforzerà “la nostra convinzione che le banche italiane più deboli rappresentino una passività potenziale per quelle più grandi le cui condizioni finanziarie sono ancora sufficientemente solide per offrire questo supporto”, sottolinea l’agenzia.