Fitch: “no” al referendum potrebbe compromettere rating

13 Settembre 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Allarme Fitch sull’Italia in vista di una vittoria del ‘no’ al referendum costituzionale che, secondo l’agenzia di rating, avrebbe conseguenze negative per l’economia e il merito di credito dell’Italia.

Ogni turbolenza politica o problemi nel settore bancario che si possano ripercuotere sull’economia reale o sul debito pubblico, potrebbe portare a un intervento negativo sul rating dell’Italia,  ha affermato a questo proposito il responsabile rating sovrani per Europa Medio Oriente di Fitch, Edward Parker.